Il clima aziendale

Pubblicato da Papi Pierluigi

Punto di partenza per porre attenzione alle proprie risorse interne è «la comprensione della visione che i dipendenti hanno dell’azienda e di loro stessi nell’ambiente di lavoro.

Per questo motivo – spiega Emilio Sabatini, Direttore Generale Terremerse - nello scorso mese di marzo è stato proposto a tutti i dipendenti un questionario sul clima aziendale, in forma rigorosamente anonima, molto articolato e mirato, in collaborazione con una società di consulenza sia in fase di stesura delle domande, sia in fase di somministrazione dello stesso, avvenuta per massima parte attraverso una piattaforma informatica ad hoc». I risultati del questionario sono stati organizzati sia complessivamente come azienda, sia per settore di appartenenza, per dare maggiore significatività alle risposte. «I dati, presentati e resi disponibili ai dipendenti in luglio - spiega Sabatini - hanno evidenziato una grande partecipazione all’iniziativa poiché quasi il 90% dei circa 400 dipendenti della Cooperativa hanno compilato il questionario. L’esito del questionario è stato molto positivo: sebbene in modo differenziato è emerso un alto senso di appartenenza alla Cooperativa, fiducia per il futuro dell’azienda e approvazione per come la stessa si stia muovendo; inoltre, volontà e disponibilità da parte dei dipendenti di mettersi in gioco e poter dare il proprio contributo in modo più incisivo. Sono stati peraltro evidenziati alcuni importanti fattori di attenzione: necessità di comunicazione e maggiori informazioni richieste all’azienda, necessità di una più alta integrazione tra i diversi settori e collaborazione tra dipendenti, richiesta di poter essere valorizzati nel proprio lavoro». Ed ancora «la Cooperativa aveva già intuito la necessità di rendere più consapevoli e informati i propri dipendenti attraverso forme di comunicazione più strutturate e continue, consapevole del fatto che i processi di comunicazione non funzionano se “calati” esclusivamente dall’alto, ma sono più efficaci se la comunicazione diviene un processo pervasivo per l’intera comunità aziendale, ove gli stessi dipendenti diano il proprio contributo alla diffusione delle informazioni. In generale, pensiamo che migliori flussi comunicativi rinsaldino i rapporti e l’integrazione tra i dipendenti». Infine per il Direttore «la valorizzazione del personale è sicuramente il tema più complesso: significa mettere in condizione le persone di avere un’appropriata collocazione all’interno dell’azienda, ponendo attenzione alle rispettive attitudini e conoscenze, cercando di fare emergere e soddisfare le singole aspettative di percorso di carriera. Questo è il cuore dello sviluppo organizzativo. La significativa esperienza di “ascolto” del personale - conclude - sarà ripetuta entro la fine del 2020, per monitorare le dinamiche descritte e verificare l’efficacia delle azioni che la Cooperativa sta mettendo in campo a favore dei dipendenti».