E’ nata Borgobuono - Salumai di Romagna

Pubblicato da Papi Pierluigi


Borgobuono - Salumai di Romagna

È stata costituita a Bagnacavallo Borgobuono - Salumai di Romagna S.r.l., società partecipata da Terremerse Soc. Coop. e Gruppo Montorsi S.r.l.

 

Borgobuono nasce dall’esigenza della Cooperativa Terremerse di separare le attività che non hanno contenuto mutualistico. Partendo da questo, è nata una riflessione che nel tempo ha messo a fuoco la necessità di costruire uno strumento adatto a posizionarsi sul mercato nazionale ed estero, con un profilo identitario riconoscibile al di fuori dei territori tradizionali d’insediamento di Terremerse, nota nel settore delle carni per i prodotti a marchio Comacar.

 

L’esperienza ventennale maturata con Comacar ha permesso di acquisire un risultato di grande apprezzamento da parte dei consumatori, anche se limitatamente al territorio regionale e dintorni. E’ stata così messa a frutto questa esperienza, dando vita a una società commerciale che si occuperà di acquisti di materie prime e della collocazione dei prodotti finali verso nuovi mercati.

 

«Volendoci proiettare verso nuove catene di Grande Distribuzione, a livello nazionale ed estero, avevamo bisogno in primo luogo di acquisire una nuova visibilità, attraverso il lancio di un brand riconoscibile e, in secondo luogo, di una flessibilità che ci permettesse di coniugare i tratti identitari di gusto e di riferimento della gastronomia regionale, che hanno fatto il successo di Comacar, con le esigenze specifiche di nuovi mercati vicini e lontani», sottolineano dai vertici di Terremerse.

 

Da questa esigenza è nata l’idea, condivisa con il partner Montorsi, della costituzione della nuova società Borgobuono - Salumai di Romagna, controllata da Terremerse. Borgobuono si occuperà pertanto degli acquisti dei materiali di consumo, delle materie prime e in particolare di carni fresche da destinare alla stagionatura nel prosciuttificio e alla trasformazione in carni fresche porzionate, alla salumeria fresca e stagionata. Affidando le lavorazioni a Terremerse e al personale dello stabilimento di Voltana, Borgobuono gestirà la commercializzazione, con l’obiettivo di realizzare nuove relazioni, con una forte proiezione sull’export. «Vogliamo posizionarci su un segmento intermedio, di massima convenienza e attrattività nel rapporto qualità/prezzo. L’esperienza condotta in questi mesi con la Rete Romagna Coop Food (Contratto di Rete fra Terremerse, Cevico, Co.ind, Deco, Fruttagel e Molino Spadoni) ci ha fatto toccare con mano il fatto che il cliente estero vuole dai piatti della nostra cucina non solo i prodotti, ma anche un richiamo evocativo del valore della gastronomia italiana come sinonimo di eccellenza, capace di valorizzare anche i prodotti delle tradizioni regionali che s’ incontrano sui vari mercati di destinazione. La costituzione della società e l’adozione del marchio hanno inteso corrispondere a queste finalità; proseguiremo pertanto nell’esperienza con i nostri partner della Rete Romagna Coop Food, ma con l’ambizione di portare una nostra impronta originale, più spendibile sul piano commerciale».

 

Con la nascita di Borgobuono, si aggiunge un altro tassello a una costruzione che ha introdotto tante e tali novità nella struttura di Terremerse, da modificarne profondamente la fisionomia e l’assetto.

Concludono da Terremerse: «Ci siamo spostati da un profilo esclusivamente modellato sul ruolo cooperativistico di servizio ai soci in settori poveri di marginalità, ma caratterizzati da immobilizzazioni pesanti, verso un’architettura societaria all’interno della quale la Cooperativa Terremerse svolge la funzione di comando; le originarie funzioni di servizio ai soci sono state rimodellate ed efficientate a beneficio dei soci e della Cooperativa stessa e si accompagnano a Nuove Società controllate caratterizzate da un profilo competitivo e forte aggressività sui mercati».