Uso consapevole dei prodotti fitosanitari

Pubblicato da Papi Pierluigi


Uso consapevole dei prodotti fitosanitari

Dallo scorso novembre la normativa per l’acquisto, la detenzione e l’uso dei prodotti fitosanitari a uso professionale è cambiata.

La nuova normativa recepisce una direttiva comunitaria del 2009 avente come obbiettivo la riduzione dei rischi e degli impatti sulla salute umana, sull’ambiente e sulla biodiversità dovuti all’utilizzo dei fitofarmaci.

 

Tutto ciò si è tradotto in un Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Il piano d’azione nazionale individua diversi settori su cui agire per promuovere un utilizzo consapevole dei fitofarmaci, in particolare:

• stabilisce l’obbligo della formazione per gli utilizzatori professionali;

• impone il controllo delle macchine irroratrici;

• stabilisce misure per il corretto stoccaggio e per la manipolazione dei fitofarmaci, comprese le rimanenze ed i contenitori con relative etichette;

• tutela le acque in aree specifiche;

• promuove le tecniche di difesa integrata e l’agricoltura biologica.

 

Gli argomenti sono quindi molteplici, soffermandoci solo sul primo aspetto, riguardante gli utilizzatori professionali, è importante tener presente che in questa categoria ricadono:

• i soggetti che utilizzano i prodotti fitosantari (utilizzatore professionale);

• i soggetti che immettono sul mercato i prodotti (distributori);

• i soggetti che fanno consulenza sull’uso dei prodotti in funzione della difesa dai parassiti (consulenti).

 

Tutti questi soggetti sono obbligati a seguire, in maniera diversa, un processo di formazione che li prepari sul corretto impiego dei fitosanitari in funzione del loro ruolo. Soffermandoci solo sulla categoria dei soggetti che utilizzano i prodotti (coltivatori, contoterzisti) che già dovevano essere in possesso del patentino fitosanitario, vengono inserite delle importanti novità.

 

Rilascio patentino

Per ottenere il rilascio per la prima volta del patentino è necessario frequentare un Corso di Formazione di 20 ore, più esame finale. Sono esonerati dalla frequenza del corso ma obbligati a sostenere l’esame finale i possessori di diploma o laurea in discipline agrarie, forestali, biologiche, naturali, ambientali, chimiche, farmaceutiche, mediche, veterinarie.

 

Rinnovo Patentino

Per ottenere il rinnovo del patentino alla scadenza è obbligatorio frequentare un Corso di Aggiornamento della durata di 12 ore. Questo vale per tutti, anche per quelli con titolo di studio del settore agronomico.

La domanda per frequentare il corso per rilascio o rinnovo fa fatta al Servizio Agricoltura dell’Amministrazione Provinciale di competenza.

 

Dal 26 novembre 2015 tutti coloro che acquistano, manipolano e distribuiscono i prodotti fitosanitari dovranno avere il patentino (prodotti con classe di rischio T+,T, Xn,Nc).

Anche per i prodotti professionali non classificati Nc è obbligatorio il patentino.